Choghakate Kazarian in visita alla Fondazione Magnani Rocca

Abbiamo chiesto a Choghakate Kazarian (27 anni, Conservatore al Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris) un breve commento sulla sua recente visita alla Villa dei Capolavori.

“Il 3 maggio ho avuto il piacere di scoprire la Fondazione Magnani Rocca dove sono andata per visitare la mostra dedicata a Paul Delvaux e il Surrealismo curata da Stefano Roffi, che ce l’ha presentata. Sono rimasta colpita dalle opere dell’artista belga, piuttosto rare nei musei. Era dunque un’occasione eccezionale per vedere le opere proveniente dalla più grande collezione privata di Paul Delvaux, solitamente in deposito al Musée d’Ixelles-Bruxelles. Il percorso espositivo attraversa tutta la carriera dell’artista, dai paesaggi della giovinezza alle ultime opere. Gran parte dei capolavori degli inizi dell’artista, attorno agli anni Trenta, quando egli sviluppa il suo stile personale fra surrealismo ed espressionismo belga, erano presenti in mostra.

La mostra è stata l’occasione per me di conoscere la Fondazione, che si trova in un luogo stupendo nella campagna vicino a Parma, in un grande parco dove i pavoni incedono fra il café e la vegetazione. La collezione permanente comprende alcuni tesori come una Madonna col bambino di Beccafumi, una ceramica gigante di Leoncillo, e due sale intere di Morandi. Si può anche vedere una ballerina futurista di Severini e un bozzetto di Cézanne per i Baigneuses.”